Quali sono i diversi tipi di riacquisto di prestiti?

Pubblicato il : 21 Aprile 20204 tempo di lettura minimo

Il consolidamento del credito o il riacquisto di prestiti è una soluzione di finanziamento che permette ai singoli di consolidare tutti i loro debiti in un unico prestito. Questo permette loro di stanziare più di un pagamento mensile, con un tasso inferiore e in particolare un periodo di rimborso più lungo. In poche parole, è una soluzione che permette di affrontare una situazione finanziaria sfavorevole come il rischio di sovraindebitamento, l’accumulo di numerosi crediti, ecc. Su questo, potreste essere preoccupati da questo problema, l’ideale è procedere ad una richiesta di rimborso del credito con un’organizzazione di prestito. Scoprite quindi attraverso questo articolo i diversi tipi di consolidamento del credito disponibili sul mercato.

Il riacquisto del credito al consumo: la prima varietà

Tra le due principali varietà di bundling di prestiti vi è il riacquisto di crediti al consumo. Ciò consente, tra l’altro, di combinare tutti i prestiti al consumo e i debiti in un unico prestito, senza bisogno di garanzie collaterali. Pertanto, indipendentemente dal vostro profilo e dalla vostra situazione attuale, potete sempre richiedere il riacquisto di un credito al consumo presso un istituto di credito di vostra scelta. Tuttavia, non potrete in alcun modo beneficiare di questa offerta di finanziamento una volta iscritti alla Banca della  Franccia.

Chiamato, il raggruppamento del credito al consumo riguarda in particolare qualsiasi tipo di prestito al consumo che dovete rimborsare ai vostri vari creditori. Può quindi raggruppare crediti personali, prestiti auto-moto, prestiti per l’edilizia, prestiti rotativi, ecc. Inoltre, questo tipo di riacquisto di prestiti permette di finanziare il rimborso della maggior parte dei debiti e dei debiti non pagati che non è più possibile pagare. A questo proposito potete, ad esempio, sottoscrivere un riacquisto di un credito al consumo per pagare il credito del datore di lavoro, gli arretrati fiscali, gli affitti arretrati, gli importi dovuti ai creditori privati, le spese di comproprietà, ecc.

In ogni caso, indipendentemente dal numero di prestiti aggregati, il riacquisto del credito al consumo è rimborsabile a breve o medio termine. In una parola, deve essere fatto in un periodo non superiore a 12 anni.

Riscatto del mutuo

L’accorpamento dei mutui ipotecari riunisce esclusivamente il credito al consumo e il mutuo per la casa. Più precisamente, permette di raggruppare in un unico prestito tutti i prestiti al consumo, tutti i debiti e tutti i prestiti immobiliari che avete contratto contemporaneamente. Contrariamente alla prima varietà (consolidamento del credito al consumo), il consolidamento dei mutui ipotecari richiede una certa sicurezza, ovvero gli immobili del mutuatario. Può quindi essere un appartamento, un’abitazione, una residenza principale o una seconda casa di proprietà. In questo senso, se l’immobile in questione è già ipotecato, il consolidamento del prestito pone automaticamente fine all’ipoteca, per il semplice motivo che consentirà il rimborso del prestito interessato.

Per quanto riguarda il periodo di rimborso, il riacquisto del mutuo, incluso il consolidamento del prestito, può estendersi fino a oltre 30 anni. La durata dipende dalla vostra pratica, dalla vostra situazione finanziaria attuale e dalla varietà di prestiti da riacquistare.

Oltre al riacquisto dell’ipoteca stessa, è anche possibile rinegoziare l’ipoteca in questione. In questo senso, l’idea è quella di chiedere a un istituto di credito o a una banca di riacquistare il vostro mutuo per ottenere un tasso più basso e allo stesso tempo modificare la durata del prestito.

Riacquisto di un prestito ponte: una varietà particolare

Oltre al riacquisto di crediti al consumo e al consolidamento dei mutui ipotecari (riacquisto di mutui per la casa), esiste anche una terza varietà di riacquisto di crediti, ovvero il consolidamento dei “prestiti ponte”. Questa soluzione finanziaria è sicuramente indispensabile in una situazione in cui avete contratto un mutuo e, pur non avendo ancora finito di pagarlo, state già iniziando a contrarre un altro mutuo per un secondo immobile. È, tra l’altro, il tipo ideale di riacquisto di credito quando una vendita o una transazione immobiliare richiede tempo per concludersi, al punto che non si può più aspettare di acquistare un nuovo appartamento, una nuova casa, una nuova abitazione, una nuova casa, ecc. In breve, una nuova proprietà.

In ogni caso, prima di richiedere un riacquisto di credito presso un ente creditizio o la vostra banca abituale, è sempre consigliabile valutare diversi tipi di riacquisto di crediti con un comparatore online.

Credito professionale, ideale per sviluppare il vostro business
Come calcolare la capacità di autofinanziamento di un’azienda?