Financial Polis: il Primo Global Network per la Finanza e la Consulenza ad utilizzare l' innovativo sistema di Open Practise
Financial Polis- prestito,investimenti
ADD ME Facebook Viadeo Twitter xing MySpace Netlog        HOME | UFFICI | CONTATTACI | LAVORA CON NOI | AREA RISERVATA | STRUTTURA NETWORK | LINK EXCHANGE | MAPPA DEL SITO
Skip Navigation Links
--- FINANCIAL POLIS ---
CREDITO PER PRIVATI
- Mutui    
- Cessione del V
- Mutuo con garanzia
- Mutuo d'investimento
- Mutuo sposi
- Prestiti
- Carte Revolving
- Consolidamento debiti
- Mutuo liquidità
- Mutuo surroga
- Mutuo sostituzione più liquidità
- Mutuo consolidamento debiti
- Prestito ipotecario vitalizio
- Prestito personale fiduciario
- Prestito personale ipotecario
- Delegazione di pagamento
- Prestito ai pensionati
CREDITO PER AZIENDE
- Finanziamenti agricoli
- Lettere di credito
- Leasing
- Noleggio a lungo termine
- Finanziamenti a breve termine
- Finanziamenti a medio-lungo termine
- Finanziamenti linea agricoltura
- Nolleggio operativo
RISTRUTTURAZIONE D'AZIENDA
- Rating
- Basilea II
- Consulenza strategica
- Valutazione di aziende
- Gestione e Controllo
- Procedure Concorsuali
GESTIONE CONTENZIOSI
- Fallimenti : ritorno "IN BONIS"
- Recupero dell'IVA
- Contenzioso tributario
REAL ESTATE
- Multiple listing service
- Affitti: la locazione
- Affitti: aspetti fiscali della locazione
- Affitti: leggi e normative
- Progettazione d' interni
ASSICURAZIONI
- Il principio dell'assicurazione moderna
- RC Auto
- Per te e la tua famiglia
- Per il tuo lavoro
- Assicurazione del credito
FIDEIUSSIONI
- Il mercato delle fideiussioni
- Tipologia delle garanzie emettibili
- Fideiussioni per locazioni
- Fideiussioni per contratti tra privati
- Fideiussioni e cauzioni art. 107
- Fideiussioni per pagamento imposte
- Elenco dei vari tipi di fideiussione
- Il parere del Ministero del tesoro
FINANZA AGEVOLATA
- Beneficiari e settori di appartenenza
- Criteri di attribuzione
- Aiuti di stato
- Fondazioni
MERGERS & ACQUISITIONS
- A cosa serve l'Advisor
- Il processo di vendita
- Il processo di acquisizione
- Valutazione dell'azienda
- Le due diligence
- Le fees
- Codice edico M&A
INVESTIMENTI
- Mercati Forex
- PPP: Private Placement Program
- Private Trade Programs
- Private Placement Trade Program
- Mercati Azionari
- Strumenti derivati
- Hedge fund
- Obbligazioni
- Euro MTN Progamme
- Strumenti finanziari
- Documenti necessari per gli Strumenti Finanziari
CONSULENZA DIREZIONALE
- Lean organization
- La Value Stream Map
- Le 3 rivoluzioni
- Approccio SEI SIGMA
- finanza e controllo
- Società Onshore ed Offshore
- Temporary Manager
CONSULENZA AZIENDALE
- Consulenza contabile e amministrativa
- Consulenza del lavoro
- Consulenza societaria
- Consulenza tributaria
- Consulenze investigative
- Servizi di ingegneria chiavi in mano
PRIVATE EQUITY
- Seed Capital
- MBI
- MBO
- LBO
- Turnaround
- Escrow Account
- Venture capital
- Equity Program
CONFIDI
- La presenza dei confidi sul territorio
- Le garanzie del confidi
- I confidi e le banche
- Attività del confidi
FACTORING
- Lo strumento
- Vantaggi del factoring
- Costo reale del factoring
INTERNAZIONALIZZAZIONE D'IMPRESA
- Vendite e Marketing
- Logistica ed organizzazione
- Leggi e normative
- Avviamento
- Finanziamenti agevolati Simest
- Joint Venture
- Garanzie Bancarie Internazionali
FINANZA PUBBLICA
- Screening finanziario
- Rinegoziazione del debito
- Ristrutturazione del debito
- Cartolarizzazione
- Cartolarizzazione immobiliare
- Emissione di prestiti obbligazionari
- Adozione di un Euro MTN Programme
- Project Financing
RECUPERO CREDITI
- Fase giudiziale
- Fase stragiudiziale
TUTELA UTENTI DEI SERVIZI BANCARI
- Normativa antiriciclaggio
- Swap e Derivati
- Anatocismo
- Signoraggio
INCUBATORE D'IMPRESA
- Partire con risorse limitate
- I Business Angel
- Business Planning & StartUp
BtoB
- Evoluzione del BtoB
- Web marketing
- Il modello multipolare
- Servizi di videoconsulenza finanziaria
- Collective Intelligence
- Office Roaming
RISORSE UMANE
- Valutazione
- Consulenza
- Modelli organizzativi
- Gestione risorse umane
- Commerciale
FORMAZIONE
- General Management
- Marketing
- Finanza e Controllo
- Logistica e Processi Operativi
- Risorse Umane e Organizzazione
- Comportamento Organizzativo
- Project Management
- Wellness finanziario
COMUNICAZIONE    
- Pubbliche relazioni
- Uffici di rappresentanza
- Bluetooth marketing
- Strategie di marketing
ENERGIE RINNOVABILI    
- Eolico
- Il mercato delle Kioto Units
CHI SIAMO
- Brochure
- La teoria del mondo piccolo
- Finanza comportamentale
PARTNERS
- Energy Polis
- Credit Polis
UFFICI      
LAVORA CON NOI    
CONTATTACI
FRANCHISING    
- Corsi Franchising    
- Costi Franchising    
STRUTTURA NETWORK    
- Il nostro modello vincente    
- Piano d' impresa    
- Incrementi previsti    
- Made in Italy    
- Storia di una passione    
VIDEO
- Presentazione del Network
- Cos' è il Signoraggio (Prof. Giacinto Auriti)
DOCUMENTI
- Economia cognitiva
- Il bilancio
- Economia cognitiva
- Codice Deontologico
- Contratto di affiliazione al Network
- Contratto di associazione al Network
- Collaborazione Junior
- Collaborazione Senior
- Contratto di gestione del contatto
   
Posta
Utility
AREA RISERVATA

 Skip Navigation Links



 

La crisi finanziaria e la recessione, dopo aver frenato l’attività dell’M&A in Italia nel 2009, ricoprono ora un ruolo primario - e per certi aspetti positivo - nel muovere e dar forma alla ripartenza a cui si sta assistendo nel settore. Gli ultimi mesi del 2009 e il primo trimestre del 2010 infatti dimostrano come si stia affermando un nuovo modo di fare M&A, in cui ritornano in primo piano le logiche industriali e le operazioni di Mergers and Acquisitions quali strumenti strategici per superare la crisi e ridare slancio alle imprese.

«In questo periodo il mercato presenta opportunità interessanti di consolidamento in tutti i settori dei beni di consumo» analizza Attilio Arietti, Chairman di M&A International Inc. «Questi mercati, su tutti i beni di consumo non primari, sono stati colpiti duramente dalla crisi: nonostante siano già state effettuate ristrutturazioni e riorganizzazioni, emerge la necessità di realizzare ancora delle operazioni di aggregazione per poter ritrovare la redditività». Un bisogno di consolidamento comune ad altri settori, in particolare l’automotive, l’entertainment e quelli delle energie rinnovabili e della tutela dell’ambiente: «Negli ultimi anni, sia in Italia sia in Europa, sono state numerose le iniziative imprenditoriali nell’ambito delle energie rinnovabili; tuttavia molti di questi start-up si sono presto trovati in difficoltà a causa della stretta creditizia e ora hanno bisogno di risorse finanziarie per ripartire e continuare a svilupparsi».
Le imprese maggiormente coinvolte sono quelle di medie dimensioni, la cui importanza è stata riscoperta dagli investitori finanziari e dai fondi di private equity. Come rilevato da Arietti: «Le società italiane che operano in nicchie di mercato, sopratutto a livello internazionale, sono spesso le più competitive e, nonostante dimensioni relativamente ridotte, sono in molti casi leader nei loro settori. La rilevante presenza in molti mercati mondiali di società italiane di questo tipo, dotate di grande dinamismo e capacità d’innovare, deve far riflettere e, come sta facendo, ricondurre l’investimento del private equity su imprese di dimensioni minori ma dotate di capacità di affermazione forse superiori ad altre».
La crisi delle borse del 2009 ha consentito alle imprese che avevano accesso ai mercati obbligazionari di raccogliere molta liquidità a condizioni favorevoli; adesso queste società si stanno muovendo sui mercati internazionali, in particolare in USA e Asia. Peraltro per quella vastissima categoria di società familiari italiane di dimensioni medie permangono difficoltà a ricevere finanziamenti bancari per realizzare quelle acquisizioni sempre più necessarie per motivi strategici.
Il private equity sta tornando attivo sui mercati dopo la profonda crisi subita nel 2009. Tuttavia è necessario che esso inizi ad operare con una nuova filosofia di investimento, basata meno sulla leva finanziaria e maggiormente sulla logica industriale. «I fondi hanno dovuto riconcentrarsi sul loro interno, sull’esame e sulla ristrutturazione dei loro portafogli, curando quelle situazioni che erano ormai sfuggite al controllo per eccesso di leva finanziaria e calo della performance a livello di conto economico e di cash flow», spiega Attilio Arietti. «Dovrà però attuarsi un fenomeno di ripensamento collettivo del settore: penso che oggi tutti abbiano capito che le operazioni non si possono più fare con logiche meramente finanziarie. Questo ci riporta per certi versi indietro di vent’anni, ai primi tempi del private equity, quando le banche italiane erano ben poco disponibili a fornire grandi quantitativi di leva finanziaria per le operazioni di acquisizione. Come a quei tempi, i fondi devono recepire e adattarsi al nuovo modo di fare M&A, meno basato sulla finanza e più focalizzato sulla strategia: è così che si deve operare se si vuole creare valore in maniera stabile».
HOME | UFFICI | CONTATTACI | LAVORA CON NOI | AREA RISERVATA | STRUTTURA NETWORK | LINK EXCHANGE | MAPPA DEL SITO
Milano, Londra, New York P.I.: 02196960062 Cell.: 349 5017530 E-mail: info@financialpolis.it Skype: fabio.sipolino