Financial Polis: il Primo Global Network per la Finanza e la Consulenza ad utilizzare l' innovativo sistema di Open Practise
Financial Polis- prestito,investimenti
ADD ME Facebook Viadeo Twitter xing MySpace Netlog        HOME | UFFICI | CONTATTACI | LAVORA CON NOI | AREA RISERVATA | STRUTTURA NETWORK | LINK EXCHANGE | MAPPA DEL SITO
Skip Navigation Links
--- FINANCIAL POLIS ---
CREDITO PER PRIVATI
- Mutui    
- Cessione del V
- Mutuo con garanzia
- Mutuo d'investimento
- Mutuo sposi
- Prestiti
- Carte Revolving
- Consolidamento debiti
- Mutuo liquidità
- Mutuo surroga
- Mutuo sostituzione più liquidità
- Mutuo consolidamento debiti
- Prestito ipotecario vitalizio
- Prestito personale fiduciario
- Prestito personale ipotecario
- Delegazione di pagamento
- Prestito ai pensionati
CREDITO PER AZIENDE
- Finanziamenti agricoli
- Lettere di credito
- Leasing
- Noleggio a lungo termine
- Finanziamenti a breve termine
- Finanziamenti a medio-lungo termine
- Finanziamenti linea agricoltura
- Nolleggio operativo
RISTRUTTURAZIONE D'AZIENDA
- Rating
- Basilea II
- Consulenza strategica
- Valutazione di aziende
- Gestione e Controllo
- Procedure Concorsuali
GESTIONE CONTENZIOSI
- Fallimenti : ritorno "IN BONIS"
- Recupero dell'IVA
- Contenzioso tributario
REAL ESTATE
- Multiple listing service
- Affitti: la locazione
- Affitti: aspetti fiscali della locazione
- Affitti: leggi e normative
- Progettazione d' interni
ASSICURAZIONI
- Il principio dell'assicurazione moderna
- RC Auto
- Per te e la tua famiglia
- Per il tuo lavoro
- Assicurazione del credito
FIDEIUSSIONI
- Il mercato delle fideiussioni
- Tipologia delle garanzie emettibili
- Fideiussioni per locazioni
- Fideiussioni per contratti tra privati
- Fideiussioni e cauzioni art. 107
- Fideiussioni per pagamento imposte
- Elenco dei vari tipi di fideiussione
- Il parere del Ministero del tesoro
FINANZA AGEVOLATA
- Beneficiari e settori di appartenenza
- Criteri di attribuzione
- Aiuti di stato
- Fondazioni
MERGERS & ACQUISITIONS
- A cosa serve l'Advisor
- Il processo di vendita
- Il processo di acquisizione
- Valutazione dell'azienda
- Le due diligence
- Le fees
- Codice edico M&A
INVESTIMENTI
- Mercati Forex
- PPP: Private Placement Program
- Private Trade Programs
- Private Placement Trade Program
- Mercati Azionari
- Strumenti derivati
- Hedge fund
- Obbligazioni
- Euro MTN Progamme
- Strumenti finanziari
- Documenti necessari per gli Strumenti Finanziari
CONSULENZA DIREZIONALE
- Lean organization
- La Value Stream Map
- Le 3 rivoluzioni
- Approccio SEI SIGMA
- finanza e controllo
- Società Onshore ed Offshore
- Temporary Manager
CONSULENZA AZIENDALE
- Consulenza contabile e amministrativa
- Consulenza del lavoro
- Consulenza societaria
- Consulenza tributaria
- Consulenze investigative
- Servizi di ingegneria chiavi in mano
PRIVATE EQUITY
- Seed Capital
- MBI
- MBO
- LBO
- Turnaround
- Escrow Account
- Venture capital
- Equity Program
CONFIDI
- La presenza dei confidi sul territorio
- Le garanzie del confidi
- I confidi e le banche
- Attività del confidi
FACTORING
- Lo strumento
- Vantaggi del factoring
- Costo reale del factoring
INTERNAZIONALIZZAZIONE D'IMPRESA
- Vendite e Marketing
- Logistica ed organizzazione
- Leggi e normative
- Avviamento
- Finanziamenti agevolati Simest
- Joint Venture
- Garanzie Bancarie Internazionali
FINANZA PUBBLICA
- Screening finanziario
- Rinegoziazione del debito
- Ristrutturazione del debito
- Cartolarizzazione
- Cartolarizzazione immobiliare
- Emissione di prestiti obbligazionari
- Adozione di un Euro MTN Programme
- Project Financing
RECUPERO CREDITI
- Fase giudiziale
- Fase stragiudiziale
TUTELA UTENTI DEI SERVIZI BANCARI
- Normativa antiriciclaggio
- Swap e Derivati
- Anatocismo
- Signoraggio
INCUBATORE D'IMPRESA
- Partire con risorse limitate
- I Business Angel
- Business Planning & StartUp
BtoB
- Evoluzione del BtoB
- Web marketing
- Il modello multipolare
- Servizi di videoconsulenza finanziaria
- Collective Intelligence
- Office Roaming
RISORSE UMANE
- Valutazione
- Consulenza
- Modelli organizzativi
- Gestione risorse umane
- Commerciale
FORMAZIONE
- General Management
- Marketing
- Finanza e Controllo
- Logistica e Processi Operativi
- Risorse Umane e Organizzazione
- Comportamento Organizzativo
- Project Management
- Wellness finanziario
COMUNICAZIONE    
- Pubbliche relazioni
- Uffici di rappresentanza
- Bluetooth marketing
- Strategie di marketing
ENERGIE RINNOVABILI    
- Eolico
- Il mercato delle Kioto Units
CHI SIAMO
- Brochure
- La teoria del mondo piccolo
- Finanza comportamentale
PARTNERS
- Energy Polis
- Credit Polis
UFFICI      
LAVORA CON NOI    
CONTATTACI
FRANCHISING    
- Corsi Franchising    
- Costi Franchising    
STRUTTURA NETWORK    
- Il nostro modello vincente    
- Piano d' impresa    
- Incrementi previsti    
- Made in Italy    
- Storia di una passione    
VIDEO
- Presentazione del Network
- Cos' è il Signoraggio (Prof. Giacinto Auriti)
DOCUMENTI
- Economia cognitiva
- Il bilancio
- Economia cognitiva
- Codice Deontologico
- Contratto di affiliazione al Network
- Contratto di associazione al Network
- Collaborazione Junior
- Collaborazione Senior
- Contratto di gestione del contatto
   
Posta
Utility
AREA RISERVATA

 Skip Navigation Links




 

 

La disonestà paga... solo le imposte
Un patteggiamento in sede penale alla base della ripresa a tassazione dei proventi illeciti


La sentenza penale pronunciata su richiesta delle parti ("patteggiamento", articolo 444 del Codice di procedura penale) può valere nel processo tributario come "prova provata" di un reddito imponibile esattamente definito.
Su tale base, la Commissione tributaria di primo grado di Trento ha giudicato corretto l'operato dell'ufficio locale che ha emesso un avviso di accertamento a carico di un agente assicurativo che aveva riscosso i premi mensili dei clienti e li aveva tenuti per sé: un ingiusto guadagno da tassare tra i "redditi diversi", ai sensi dell'articolo 14 della legge 537/1993.
La vicenda
"Durante autonoma attività di Polizia Tributaria, il Comando rilevava presso il Tribunale di Trento la sentenza n. 115 del 03/02/2003". Così scriveva la Gdf nel processo verbale di constatazione del settembre 2005. Con tale provvedimento, i finanzieri chiedevano all'ufficio locale delle Entrate di Trento di accertare una maggiore imposta a carico dello "sfortunato" ma furbo contribuente, già condannato per truffa e appropriazione indebita, e ora finito casualmente sotto la lente di ingrandimento del Fisco. Si trattava di un procacciatore d'affari che, agendo per conto di una nota compagnia assicurativa, s'era intascato i premi delle polizze dei clienti per un totale di 42mila euro circa. Questa somma, frutto di un reato penale, come avrebbe dovuto essere trattata sul piano fiscale? L'autore del reato avrebbe dovuto indossare il cappello di "onesto" contribuente al momento della compilazione del modello Unico e dichiarare il profitto, anche se conseguito in modo illecito? Ovviamente sì per l'agenzia delle Entrate, che si appellava all'articolo 14 della legge 537/1993, laddove, al comma 4, è stabilito che i proventi derivanti da fatti, atti e attività qualificabili come illecito civile, penale o amministrativo, se non già sottoposti a sequestro o confisca penale, devono rientrare nella categoria dei redditi diversi.
Il contribuente, tuttavia, contestava l'avviso di accertamento e portava la questione al giudizio della Commissione tributaria. Elemento a suo favore era una argomentazione non priva di coraggio: l'Amministrazione finanziaria non può ritenere accertata l'esistenza di un reddito corrispondente alle cifre indicate in un capo d'imputazione di una sentenza penale, dovendosi tener conto se quella sentenza è stata pronunciata su "richiesta della parte". Una sentenza derivante da patteggiamento non è di per sé in grado di fornire prova incontestabile e adeguata del tipo di responsabilità dell'imputato. E di più, una sentenza di patteggiamento non può fornire il quantum che costituirebbe l'ammontare di un presunto profitto. Questo l'arroccamento difensivo del contribuente. Il punto è: può l'ufficio delle Entrate considerare reddito imponibile, senza sconti e tale e quale, quella cifra che una sentenza di patteggiamento già quantifica come "ingiusto profitto", "illecito arricchimento" e simili?

La sentenza
"Il linea di fatto è pacifico che il ricorrente contribuente ebbe ad incassare somme versate da vari clienti…senza preventiva autorizzazione od accordo con l'Assicurazione…Secondo il contribuente dette somme non configurerebbero reddito non essendo mai entrate a far parte del suo patrimonio…L'argomento non può essere condiviso. In realtà, egli si procurò ingiusto profitto". Così ha decretato il giudice tributario di Trento, riconoscendo che il "reddito diverso" è esattamente pari alla cifra dell'indebita appropriazione confessata e condannata sul piano penale. Dunque, l'avviso di accertamento dell'ufficio delle Entrate e il pvc della Guardia di finanza, "facendo propri gli elementi di fatto desumibili dalla sentenza penale pronunciata su richiesta delle parti, hanno correttamente riconosciuto valenza probatoria al patteggiamento".
Il reddito imponibile su cui accertare le maggiori imposte ai fini Irpef e Irap è incrementato della somma esatta già definita, individuata e quantificata in sede penale.

HOME | UFFICI | CONTATTACI | LAVORA CON NOI | AREA RISERVATA | STRUTTURA NETWORK | LINK EXCHANGE | MAPPA DEL SITO
Milano, Londra, New York P.I.: 02196960062 Cell.: 349 5017530 E-mail: info@financialpolis.it Skype: fabio.sipolino