Financial Polis:
The Power of being Global
(Skype: fabio.sipolino, Mail: poliscorporation@gmail.com , Cell.: +39 349 5017530)

All posts tagged 'il-funzionamento-attuale-del-fmi'

Il funzionamento attuale del FMI

by Sipolino Fabio 12. luglio 2012 02:17

 

 

Il funzionamento attuale del FMI

Le quote del FMI sono incrementate di modo che alla fine del 2005 le risorse totali

ammontavano a 305,2 miliardi di dollari. La vecchi quota aurea è chiamata quota di primo credito.

 

Il Fondo ha ampliato di recente i suoi compiti fino ad includere quello di aiutare anche i

paesi membri a superare i propri problemi strutturali:

1. Extended Fund Facility (EFF) istituito nel 1974 per sostenere le riforme strutturali nei paesi

membri e ad affrontare le difficoltà nella bilancia dei pagamenti.

2. Supplemented Reserve Facility (SRF) istituita nel dicembre 1997 per provvedere

all'assistenza di breve periodo per le difficoltà nella bilancia dei pagamenti dovuti a crisi di

fiducia nei mercati

3. Compensatory Financing Facility (CFF) istituita nel 1963 per assistenza in caso di cadute

dei proventi delle esportazione o eccessi nell'importazione dei cereali

4. Emergency Assistance diretta a fornire aiuti in caso di disequilibri della bilancia dei

pagamenti dovuti a disastri naturali o disordini politici

5. Poverty Reduction and Growth Facility istituita nel 1999 per fornire assistenza di lungo

periodo in caso di difficoltà profonde e strutturali nella bilancia dei pagamenti.

L'accesso al credito è stato aumentato al 300% della quota conferita. Attualmente chi gode

di più di questi fondi sono i paesi in via di sviluppo. Ai paesi richiedenti prestiti è solitamente

richiesto dal FMI una riduzione della spesa pubblica e un maggior controllo dell'offerta di moneta,

ma mettere in atto tali provvedimenti può portare alla caduta dei governi locali (come è successo in

certi casi), e quindi in molti casi il FMI ha allentato la presa.

 

 

Tags:

Il funzionamento attuale del FMI

by Sipolino Fabio 12. luglio 2012 02:14

Il funzionamento attuale del FMI

Le quote del FMI sono incrementate di modo che alla fine del 2005 le risorse totali

ammontavano a 305,2 miliardi di dollari. La vecchi quota aurea è chiamata quota di primo credito.

Il Fondo ha ampliato di recente i suoi compiti fino ad includere quello di aiutare anche i

paesi membri a superare i propri problemi strutturali:

1. Extended Fund Facility (EFF) istituito nel 1974 per sostenere le riforme strutturali nei paesi

membri e ad affrontare le difficoltà nella bilancia dei pagamenti.

2. Supplemented Reserve Facility (SRF) istituita nel dicembre 1997 per provvedere

all'assistenza di breve periodo per le difficoltà nella bilancia dei pagamenti dovuti a crisi di

fiducia nei mercati

3. Compensatory Financing Facility (CFF) istituita nel 1963 per assistenza in caso di cadute

dei proventi delle esportazione o eccessi nell'importazione dei cereali

4. Emergency Assistance diretta a fornire aiuti in caso di disequilibri della bilancia dei

pagamenti dovuti a disastri naturali o disordini politici

5. Poverty Reduction and Growth Facility istituita nel 1999 per fornire assistenza di lungo

periodo in caso di difficoltà profonde e strutturali nella bilancia dei pagamenti.

L'accesso al credito è stato aumentato al 300% della quota conferita. Attualmente chi gode

di più di questi fondi sono i paesi in via di sviluppo. Ai paesi richiedenti prestiti è solitamente

richiesto dal FMI una riduzione della spesa pubblica e un maggior controllo dell'offerta di moneta,

ma mettere in atto tali provvedimenti può portare alla caduta dei governi locali (come è successo in

certi casi), e quindi in molti casi il FMI ha allentato la presa.

 

Tags:

Il funzionamento attuale del FMI

by Sipolino Fabio 12. luglio 2012 02:14

Il funzionamento attuale del FMI

Le quote del FMI sono incrementate di modo che alla fine del 2005 le risorse totali

ammontavano a 305,2 miliardi di dollari. La vecchi quota aurea è chiamata quota di primo credito.

Il Fondo ha ampliato di recente i suoi compiti fino ad includere quello di aiutare anche i

paesi membri a superare i propri problemi strutturali:

1. Extended Fund Facility (EFF) istituito nel 1974 per sostenere le riforme strutturali nei paesi

membri e ad affrontare le difficoltà nella bilancia dei pagamenti.

2. Supplemented Reserve Facility (SRF) istituita nel dicembre 1997 per provvedere

all'assistenza di breve periodo per le difficoltà nella bilancia dei pagamenti dovuti a crisi di

fiducia nei mercati

3. Compensatory Financing Facility (CFF) istituita nel 1963 per assistenza in caso di cadute

dei proventi delle esportazione o eccessi nell'importazione dei cereali

4. Emergency Assistance diretta a fornire aiuti in caso di disequilibri della bilancia dei

pagamenti dovuti a disastri naturali o disordini politici

5. Poverty Reduction and Growth Facility istituita nel 1999 per fornire assistenza di lungo

periodo in caso di difficoltà profonde e strutturali nella bilancia dei pagamenti.

L'accesso al credito è stato aumentato al 300% della quota conferita. Attualmente chi gode

di più di questi fondi sono i paesi in via di sviluppo. Ai paesi richiedenti prestiti è solitamente

richiesto dal FMI una riduzione della spesa pubblica e un maggior controllo dell'offerta di moneta,

ma mettere in atto tali provvedimenti può portare alla caduta dei governi locali (come è successo in

certi casi), e quindi in molti casi il FMI ha allentato la presa.

 

Tags:

Powered by BlogEngine.NET 1.5.0.7
Theme by Mads Kristensen

Open Practise

Category list

Page List

Tag cloud

Calendar

<<  settembre 2017  >>
lumamegivesado
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678

View posts in large calendar

Ing. Fabio Sipolino

Mobile: +39 3456990317

 

Skype: fabio.sipolino1

 

Mail:poliscorporation@gmail.com