Financial Polis:
The Power of being Global
(Skype: fabio.sipolino, Mail: poliscorporation@gmail.com , Cell.: +39 349 5017530)

All posts tagged 'equitalia'

Concetta Nunnari, l'avvocato che querela Equitalia (e vince)

by Sipolino Fabio 19. maggio 2012 05:01

Concetta Nunnari, l'avvocato che querela Equitalia (e vince)

Vince tutti i ricorsi, ma nonostante ciò Equitalia gli mette all'asta la casa. Un avvocato di Catanzaro querela Equitalia e i suoi vertici per i reati di stalking, estorsione e associazione per delinquere. "Io ho avuto la possibilità di andare fino in fondo; ma penso a tutti coloro che questa possibilità non ce l'hanno" ha dichiarato l'avvocato.


Estorsione, stalking, associazione a delinquere. L'avvocato Concetta Nunnari ha deciso di intraprendere contro Equitalia un'azione legale,  dopo aver ricevuto la notizia che la sua casa il 30 luglio verrà messa all'asta per debiti non dovuti, a suo dire, in quanto già annullati da numerose sentenze passate in giudicato, che il legale dettaglia nella querela presentata agli uffici della questura. Una beffa. L'avvocato Nunnari  ha presentato una querela presso gli uffici della questura di Catanzaro in cui ipotizza dei reati che vanno dallo stalking all’estorsione all’associazione, individuando, negli atti le persone che, secondo il convincimento dell’avvocato dovrebbero avere delle responsabilità, Vitola AdeleGallo Ettore (funzionari delegati), Mastrapasqua Antonio (Presidente Equitalia Sud), Mineo Benedetto (amministratore delegato Equitalia Sud, Bernardi Paolo (Direttore Generale Equitalia Sud), Calandra Luigi(direttore Regionale Calabria) . Intanto la stessa sorte potrebbe toccare presto ad un altro catanzarese che si è visto recapitare una cartella di circa 40.000 euro e che, pur avendo presentato un’istanza di ricorso, ancora non ha notizie se e quando questa potrà essere discussa. Equitalia non è l’uomo nero, ma la gente ora è certamente più spaventata. Catanzaro continua a essere teatro di vicende inquietanti legati a Equitalia, come quella degli stipendi e delle pensioni pignorate a residenti nel capoluogo calabrese per debiti non pagati.

In una esclusiva intervista a Net1news l'avvocato Concetta Nunnari spiega il motivo della sua azione.

 

 D) Ha presentato un esposto contro Equitalia per stalking e estorsione. Ci vuole spiegare i motivi della sua denuncia?


R) In breve, poichè da circa dieci anni sono stata costretta ad impugnare cartelle esattoriali notificatemi da Equitalia e nonostante esistano sentenze passate in giudicato, sono stata oggetto di un fermo amministrativo sulla mia auto (mai notificatomi), successivamente annullato con discarico delle cartelle e di ben due iscrizioni ipotecarie fondate su credito annullati dal Giudice o sospesi, l'ultima delle quali annullata dalla Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro con sentenza passata in giudicato, nel momento in cui mi è stato notificato il 9 maggio l'avviso di vendita della mia casa, ho deciso di denunciare i vertici nazionali e regionali di equitalia, poichè quest'attività da loro posta in essere era del tutto illecita. Fra i vari reati ipotizzati c'è l'associazione a delinquere, l'estorsione, lo stalking, l'abuso d'ufficio e l'inottemperanza dei provvedimenti dell'AG.

 

D) Avvocato lei dice di voler dedicare questa battaglia proprio "a coloro che non si chiamano Concetta Nunnari e che non possono chiamare i giornalisti". Ci vuole spiegare questo suo concetto?


R) Mi spiego meglio: io svolgo la professione di avvocato e sono avvantaggiata rispetto ad un cittadino che si occupa di altro, in quanto non solo ho più dimestichezza con la legge, ma posso contare sull'apporto di validi commercialisti, come il dott. Pasquale Raffa che mi ha seguito in questa vicenda dinnanzi alla CTP, nonchè sul fatto di avere grande dimestichezza con i media, perchè spesso mi capita per motivi di lavoro di avere contatti con giornalisti per questioni attinenti alla mia professione. Peraltro, avendo svolto per anni attività politica, so convocare una conferenza stampa, so redigere un comunicato ed ho la fortuna di poter dialogare direttamente con i giornali. Un comune cittadino che si vede oggetto di una cartella, di un fermo, di una vendita all'asta, ove mai dovesse ritenere di aver ragione, deve necessariamente rivolgersi ad un legale o ad un professionista del ramo, per iniziare una causa, con notevole dispendio di denaro e magari non sa muoversi in modo da portare all'attenzione del pubblico la propria storia. Quindi è per questo che parlavo di possibilità maggiori per me, tanto che ho deciso di pubblicizzare la mia vicenda al solo fine di dare voce a ciò che tanti vorrebbero denunciare ma che non hanno modo di fare.

 

D) Secondo lei, il fine di recuperare quanto dovuto presso il debitore moroso giustifica  qualunque mezzo?

R) Non dovrebbe essere così, ma purtroppo è la legge italiana che consente ad Equitalia ed allo Stato di agire nei confronti del contribuente in modo da aggirare quelli che sono limiti ai quali invece noi comuni cittadini dobbiamo sottostare quando dobbiamo riscuotere un credito. In pratica per come è strutturato legislativamente il sistema della riscossione in Italia, ormai siamo in pieno Far West! Se io voglio pignorare un mio debitore, o so in quale banca ha il conto, oppure devo affannarmi a vedere dove e cosa pignorare. L'equitalia apre il PC ed ha davati tutta la situazione di qualsiasi cittadino. capisce bene la facilità con cui può prelevare denaro da conti, affitti, terzi o quant'altro e senza passare dal Tribunale!


D) Ci può segnalare qualche caso limite, che giustifichi il fatto che qualche associazione di consumatori definisce "incostituzionale" il procedimento operativo di Equitalia?

 

R) E' totalmente incostituzionale a mio parere. ma il problema come dicevo prima non è Equitalia, ma le norme vigenti che autorizzano tutto questo. Potrei segnalare decine di casi, di gente a cui sono stati notificati atti illegittimi, oppure di invalidi a cui è stato notificato il fermo dell'auto o di persone vittime della reiterata notifica di cartelle già annullate...sono dieci anni che combatto Equitalia...ho una vasta casistica purtroppo.Le dirò un altro caso, quello di un signore che si vide notificare un'iscrizione ipotecaria per acqua non pagata in una città dove non aveva mai risieduto e che è riuscito ad ottenere lo sgravio solo dopo essersi rivolto al nostro studio.

 

D) perchè, secondo lei, si è giunti a certi eccessi nelle procedure escussive di Equitalia?

 

R) Si è giunti a questo meccanismo infernale poichè da un debito iniziale di poche decine di euro, ad esempio, si può arrivare a pagarne centinaia, poichè al capitale si sommano interessi elevatissimi, al limite dell'usura, aggi di riscossione, e capitalizzazione degli interessi che peraltro è vietata, ma non per equitalia. Le procedure sono poi meccanizzate e c'è uno scarso contributo "umano" a tutto il procedimento, poichè, come nel mio caso, ci sono volte in cui il contribuente è vittorioso in giudizio ma la sua cartella non viene annullata da equitalia e quindi si va avanti con i pignoramenti come se nulla fosse. Ci sono anche casi, numerosissimi, in cui vengono richiesti al cittadino importi non dovuti perchè relativi a sanzioni o tasse inesigibili per intervenuta prescrizione, ma molti non lo sanno e pagano ugualmente.

 

D) Come dovrebbe essere, secondo lei un procedimento di riscossione rispettoso delle leggi e della dignità delle persone?

 

R) A mio parere è indispensabile un intervento legislativo, anche per decreto, che riorganizzi il settore della riscossione, riportando gli interessi a livelli legali, che passi attraverso i Giudici e che non dia all'Equitalia la possibilità di bypassare ogni norma codificata andando a prelevare direttamente le somme sui conti correnti e similari.

Il cittadino, per come è strutturata la legge oggi, ha molte limitazioni difensive in fase di esecuzione mobiliare ed immobiliare di Equitalia, che invece non esistono per altri debiti. In sostanza invece di pensare a far presidiare Equitalia dall'esercito, bisogna capire che se non si modificano norme che impongono a chi deve pagare 100 di pagarne 2000 ci sarà una guerra civile, che non auspico, ma che deriva dal fatto che il sistema vessatorio e non umano del concessionario, impedisce ai più ogni difesa. pensi a chi magari sta pagando un mutuo sulla casa, a chi è disoccupato, a chi versa in difficoltà economiche perchè c'è crisi e si trova a ricevere la mazzata finale! In sostanza i veri evasori (quelli che evadono milioni di euro) non vengono quasi toccati, mentre il ceto medio è "mazziato" di continuo, perchè si trova ad avere a che fare con un sistema che vede come uno strozzino legalizzato che applica tassi di interesse insostenibili per chiunque, a maggior ragione se si chiede di rateizzare il debito. Le norme devono assolutamente essere cambiate attraverso una modifica totale del sistema di riscossione!

faccio presente che chi è oggetto di esecuzione da parte di Equitalia, non può ottenere prestiti bancari e se ha un fido gli viene richiesto l'immediato rientro...pensi alle per le imprese!

Tags:

Rateazione Cartella Esattoriale : possibile una seconda dilazione

by Sipolino Fabio 8. settembre 2011 08:17

Rateazione cartella esattoriale – possibile una seconda dilazione

Con la Legge n. 10/2011 è oggi possibile ottenere una seconda dilazione in caso di mancato pagamento delle rate.

In materia di riscossione coattiva e rateizzazioni, è stata apportata un’importante novità a favore dei contribuenti.

La Legge n. 10/2011, articolo 2, comma 20, ha previsto, infatti, che le dilazioni concesse sino alla data del 27 febbraio 2011, interessate dal mancato pagamento della prima rata o, successivamente, di due rate, possono essere prorogate per un ulteriore periodo e fino a settantadue mesi a condizione che il debitore comprovi un temporaneo peggioramento della situazione di difficoltà posta a base della concessione della prima dilazione.

A differenza di quanto accadeva prima, dunque, il contribuente non decade più automaticamente dal beneficio della dilazione qualora non paghi la prima rata o successivamente due rate.

L’Agente della riscossione, infatti, può concedere una ulteriore dilazione, su richiesta dello stesso contribuente.

È necessario, tuttavia, che il contribuente dimostri il temporaneo peggioramento della propria situazione di difficoltà posta a base della prima richiesta.

Antonella Pedone per indebitati.it

Tags:

Fisco

Equitalia

by Sipolino Fabio 8. settembre 2011 08:11

Guide alla riscossione coattiva delle cartelle e esattoriali e alle modalità di rateizzazione del debito

la cartella di pagamento - guida pratica per il cittadino contribuente la cartella di pagamento - vediamo come è fatta una cartella esattoriale la cartella di pagamento - rateazione della cartella esattoriale

Una lista di articoli in cui potresti trovare altre informazioni utili

  1. Rateazione cartelle esattoriali – domande e risposte

    Ho ricevuto la scorsa settimana un avviso di mora senza firma, senza nome del funzionario relativo a una cartella dell’anno 2005. E’ possibile chiedere l’annullamento in base all’ordinanza 377/ 07 della Corte di Costituzionale e alle recenti disposizioni del milleproroghe? In caso di pagamento dilazionato essendo una cartella superiore ai 50.000€ la fideiussione è ancora necessaria?” Il cosiddetto “decreto mille proroghe” ( decreto legge n. 248 del 2007, convertito in legge n. 31 del 28 febbraio 2008) prevede che, a … [leggi il seguito »]

  2. Rateazione cartella esattoriale – istruzioni di Equitalia sulle dilazioni di pagamento

    Temporanea “obiettiva difficoltà” Con Direttiva di Gruppo n. DSR/NC/ 2008/017 del 13 maggio 2008, la società Equitalia S.p.A. è intervenuta nuovamente sulle modalità di concessione della dilazione di pagamento delle somme iscritte a ruolo, al fine dell’individuazione della temporanea situazione di “obiettiva difficoltà” necessaria per l’accoglimento delle istanze di rateazione. Con questa Direttiva Equitalia fissa regole omogenee per tutti i contribuenti che – trovandosi in una temporanea situazione di difficoltà economica – non sono in grado di pagare in un’unica … [leggi il seguito »]

  3. Rateazione cartella esattoriale – istruzioni per la dilazione

    COME PAGARE – RATEIZZAZIONE Se si accerta che le somme sono dovute il pagamento dev’essere effettuato entro 60 giorni dalla notifica, oppure a rate nel caso che vi sia un accordo in tal senso. Normalmente il pagamento e’ eseguibile presso gli sportelli dell’agente della riscossione, tramite pagamento del bollettino postale allegato o presso la propria banca. RATEIZZAZIONE Dal 1/3/08 la rateizzazione, richiedibile nei casi in cui il debitore possa dimostrare di essere in temporanea difficolta’ finanziaria, deve essere richiesta all’agente … [leggi il seguito »]

  4. Rateazione cartella esattoriale – decadenza beneficio per il mancato o tardivo pagamento della prima rata

    Il mancato tempestivo pagamento della prima rata determina  la decadenza dal beneficio della rateazione del ruolo concesso e la perdita degli ulteriori vantaggi fra i quali il venir meno della qualifica di soggetto inadempiente ai sensi e per gli effetti dell’art. 48-bis del dpr 602/73 (riscossione crediti da parte di pubbliche amministrazioni). È importante quindi, come si arguisce dalla lettura delle direttive Equitalia in materia, non incorrere in errori e procedere tempestivamente al pagamento della prima rata nei termini previsti … [leggi il seguito »]

  5. Rateazione cartella esattoriale – Equitalia abolisce la maxi rata iniziale

    Con la direttiva di gruppo DSR/NC/2009/02, inviata oggi da Equitalia spa alle 21 società partecipate, viene  precisato che anche gli interessi di mora e i compensi di riscossione devono essere ripartiti nello stesso numero di rate concesse per il capitale iscritto a ruolo. Diventa, così, più agevole per il cittadino fare fronte al pagamento del proprio debito. Per i soggetti diversi dalle ditte individuali in contabilità semplificata e dalle persone fisiche la direttiva riserva, inoltre, un’altra buona notizia. Per favorire … [leggi il seguito »]

  6. Rateazione cartella esattoriale – calcolo del numero di rate e dell’importo di ciascuna di esse

    Il simulatore permette di conoscere, in relazione all’entità del debito residuo, quale sarà il numero massimo di rate che l’Agente della riscossione (Adr) potrà concedere e il loro importo. Poiché gli algoritmi di calcolo sono diversi in funzione dell’entità del debito residuo e della natura giuridica del debitore, sono stati creati tre diversi simulatori: per importi fino a 5 mila euro e qualunque sia la natura giuridica del debitore; per importi oltre 5 mila euro per persone fisiche e ditte … [leggi il seguito »]

  7. Rateazione cartella esattoriale – la dilazione del debito INPS

    Per effetto della circ. nr 106 del 3/08/2010 (in esecuzione delle determinazioni del C.d.A. nr. 250 del 18/12/2009 e nr. 106 del 7/05/2010), l’Inps ha voluto modificare l’istituto delle “dilazioni”, per uniformare la propria disciplina a quella che regolamenta tutte le “entrate” per le quali è previsto l’obbligo della riscossione mediante cartelle esattoriali (ex D.lgs 46/99), e con l’obiettivo di semplificare le procedure di accesso e di gestione delle domande. Il rinnovato istituto delle dilazioni, i cui effetti decorrono dal … [leggi il seguito »]

  8. Rateazione cartella esattoriale – possibile una seconda dilazione

    Con la Legge n. 10/2011 è oggi possibile ottenere una seconda dilazione in caso di mancato pagamento delle rate. In materia di riscossione coattiva e rateizzazioni, è stata apportata un’importante novità a favore dei contribuenti. La Legge n. 10/2011, articolo 2, comma 20, ha previsto, infatti, che le dilazioni concesse sino alla data del 27 febbraio 2011, interessate dal mancato pagamento della prima rata o, successivamente, di due rate, possono essere prorogate per un ulteriore periodo e fino a settantadue … [leggi il seguito »]

  9. Rateazione cartella esattoriale – il piano di rientro del debito

    Equitalia rende disponibile sul proprio sito, nella sezione CALCOLA LA RATA il simulatore per il calcolo del piano di rateazione personalizzato della cartella esattoriale. E’ così possibile calcolare, dal proprio pc, il numero di rate che l’agente della riscossione può concedere per il pagamento della cartella esattoriale e l’importo di ciascuna rata. Aggiornamento del 4 settembre 2009 – Nuove opportunità per i contribuenti che intendono rateizzare le cartelle di pagamento Definite le regole per i debitori che già beneficiano di … [leggi il seguito »]

  10. Rateazione cartella esattoriale – proroga della rateazione

    Indice dei contenuti 1. Cosa prevedevano le precedenti direttive sulla rateazione 2. Cosa prevede il decreto milleproroghe in merito alla proroga della rateazione 3. Presentazione dell’istanza di proroga e relativi effetti 3.1 Istanza tempestiva – presentazione entro il 30 giugno 2011 3.2 Istanza tardiva - presentazione dopo  il 30 giugno 2011 3.3 Istanze relative a provvedimenti di rateazione non prorogabili 4. Individuazione del temporaneo peggioramento della situazione di difficoltà per la concessione della proroga 4.1 Importi fino a 5 mila euro 4.2 … [leggi il seguito »]

Tags: ,

Fisco

Powered by BlogEngine.NET 1.5.0.7
Theme by Mads Kristensen

Open Practise

Category list

Page List

Tag cloud

Calendar

<<  ottobre 2017  >>
lumamegivesado
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345

View posts in large calendar

Ing. Fabio Sipolino

Mobile: +39 3456990317

 

Skype: fabio.sipolino1

 

Mail:poliscorporation@gmail.com